lunedì 26 settembre 2011

Io, donna sposata

Mentre nel mio blog, a distanza di un mese, ancora disquisisco su emozioni e sensazioni relative al giorno del mio matrimonio, proprio dopo 30 giorni dal fatidico giorno, in questa paginetta vorrei esternare cosa è stato finora per me il matrimonio vero e proprio.

...........AIUTO!!!!

Hahahahaha no non prendete paura, niente ripensamenti o sorprese dell'ultim'ora! Alla fine dopo quasi due anni di convivenza, so bene che bella gatta da pelare mi sono presa...non avete idea di quanto rompipalle può essere mio marito, a livelli di esaurimento nervoso, ma lo sapevo bene, ho voluto lo stesso la bicicletta scassata e mò pedalo, e senza tanti lamenti.

No, scherzi a parte, ci avete mai pensato bene cosa significa ESSERE sposati? Io sono convinta di no.
Voglio dire, uno pensa a cosa vuol dire sposarsi, fare progetti, organizzare la festa, pensare alla casa se non c'è, pensare che tra due anni fai un figlio, sarà difficile ma ci amiamo tanto e ce la faremo, ma poi, quando ci si trova dentro con tutte le scarpe, sorge spontanea LA domanda...
E MO'??

E mo' i giochi sono fatti, si, sei sposato. Anzi, permettetemi, sposata. L'uomo che hai al tuo fianco ce l'avrai per tutta la vita, bello, brutto, simpatico, con le balle girate, innamorato e magari anche no, fedele o fedigrafo, ovviamente che mica lo sappiamo, ma è lì comunque, seduto a capotavola, in un angolo del divano, nel water mentre fa la cacca e tu ti devi truccare e avete un bagno solo, a rimestare in tutti gli armadi xchè non trova le cose neanche se ce le ha davanti al naso, nel tuo letto che mai più potrai dormire a stella, lì presente per sempre a divedere tutto il resto della SUA vita xchè tanto si sa che le donne vivono di più.

Certo, a chiunque verrà da dire, mica sei una bambina che non sa come funziona il mondo, queste cose si sanno benissimo anche prima di sposarsi, si sa che sarà così.
Vero, lo sai, ma è quando ci sei dentro che lo assaggi veramente, che lo tocchi veramente, prima pensi 'sarà così', poi pensi 'è così', e vi assicuro che è molto diverso!

Insomma, tutta questa filippica semplicemente per dire che, nonostante a livello pratico non sia cambiato assolutamente niente (i coltelli continuano a essere tenuti sotto chiave, e la chiave sepolta in un punto imprecisato del giardino), io un pensierino strano l'ho fatto.
Che non è nostalgico.
Che non è triste.
Non è neanche chissacchè di divertente.

E' solo strano. Si, ci si sente decisamente strani.
Personalissima opinione eh! Novelle sposine (ultimamente ce ne sono parecchie in giro), condividete? O magari sono io quella strana, non ci sarebbe niente da stupirsi.
Candy

37 commenti:

Claudia ha detto...

Io condivido COMPLETAMENTE e sei stata in grado di spiegare esattamente cosa cambia da conviventi e da sposate. Io, come te, esattamente tutto, le stesse emozioni. Bel post, Candy. Ah, giusto una precisazione: fediFRAGO!!!!!

DolcePrinciFessa ha detto...

Ragazze... io sono ben ben ben lontana da sapere come possa essere... ma spero tanto tanto tanto di arrivarci un giorno...

Dada makeup ha detto...

wow un motivo in più per me per pensarci nn più5 volte ma sta volta 20 misà... a me spaventa categoiacamente il matrimonio anke se sn fidanzata da 4anni

PoGGy ha detto...

okei...ora mi mettete più ansia di quella che non ho già!!! figuratevi che da sabato notte sono iniziati gli incubi prematrimoniali e se vado avanti così al dieci dicembre ci arriverò schiattando!!!:/ in ogni caso a me cambierà di sicuro TANTO visto che io e pollino non abbiam mai convissuto (x più di una settimana e in vacanza!!) quindi la vedo dura!!! commentero' questo post a gennaio 2012!!!:D

Merendina76 ha detto...

Na sensazione come se po' diiiii.....strana (alla Carlo Verdone in Viaggi di nozze....ahahhaahah!!!!) Io non sono sposata quindi può anche darsi che cambi qualcosa, ma tu stessa hai convissuto e mi sembra che tutte queste cose che hai descritto succedano anche durante la convivenza. Anch'io convivo da tre anni e dal tuo racconto mi viene confermato solo che non cambia nulla....che poi francamente io queste non le vedo neanche come cose negative....

nonsòchecazzom'èpreso ha detto...

Non è poi la fine del mondo: due cose sono fondamentali.
La salute. Checché se ne dica se manca quella è un problemone.
Il sorriso. Ovviamente da entrambe le parti evitando di arroccarsi su posizioni preferenziali perchè ora siete in due e non da soli.

La posizione a stella è ancora valida magari con un pò di piedino.

In bocca al lupo.

Libby ha detto...

Quello che posso dire è che una persona non la si conosce mai abbastanza. La convivenza si avvicina molto a quello che potrà eventualmente essere la vita da sposati, ma non è esattamente la stessa cosa. Una cosa è certa, pur non augurandovi MAI la mia esperienza in merito, vi assicuro che sposarsi la seconda volta è totalmente diverso. Purtroppo quando una coppia decide di convolare a giuste nozze, ci si immagina una vita insieme piena di coccoline e bacettini e amorino e cucciolino, e ci si ritrova a guardarsi in cagnesco e a dire "ma chi cazzo me l'ha fatto fare?". La seconda volta invece, sai benissimo a cosa vai incontro e nonostante ciò decidi di farlo comunque. Credo sia più vero, più concreto e più consapevole. Nonostante ciò, sono sicura, sarà diverso....

Claudia ha detto...

@ Mere: hai ragione, detta così non cambia nulla, sono le stesse cose che continuano anche dopo il matrimonio. Ma cambia proprio la percezione che si ha della coppia... Candy è riuscita benissimo a spiegare. Chiedi a tutte quelle che prima convivevano e poi si sono sposate e confermeranno questo post!

Vetekatten ha detto...

potrò rispondere accuratamente dopo il 5maggio2012, per ora non so bene cosa possa cambiare dopo il matrimonio ma tante mi hanno accennato a questa sensazione di "stranezza", per cui aspetterò di vedere che mi succede

LaCandy ha detto...

@mere: ti giuro, io pensavo di no, che tra la convivenza e il matrimonio cambiasse solo una firma. Poi ti sposi, e senti che non è così. fuori non cambia niente, cambi tu. è come se convivendo ci fosse sempre una piccola porticina aperta, nascosta e difficile da vedere, ma c'è. con il matrimonio questa porta viene definitivamente murata. e tu lo sai benissimo, io ho trent'anni e le mie scelte le faccio in piena coscienza, ma poi succede e ti ritrovi a pensare, senza rimpianti, rimorsi o tristezze, sia ben chiaro, ma ti ritrovi a pensare, ecco, è successo.
E per rispondere a nonsochemèpreso, nessuno ha detto che è la fine del mondo. anzi, è bello, è sconfinatamente bello, il matrimonio è un nido in cui ti potrai accucciolare per tutta la vita, è non essere mai più soli ma sempre in due, nel bene e nel male, nelle difficoltà, nelle gioie, negli odi e nell'amore, sarai sempre in due, e trovo non ci sia niente di più bello al mondo, ho solo detto che è comunque una sensazione molto strana.....sempre essendo cosciente del fatto che sicuramente ci farò l'abitudine, e passerà, ma a distanza di un mese mi sento così!

LaCandy ha detto...

@libbi: ti assicuro che io non mi immagino minimamente una vita di cucciolini e bacettini, la mia è già fatta di piatti volanti e istinti omicidi! forse essendoti sposata giovane era questa la tua visione del (primo) matrimonio, ma la mia non lo è di certo. e credo fortemente che questo tuo secondo sarà perfetto proprio xchè sai che sarà imperfetto!

LaCandy ha detto...

poggi nooooooooooooooo!!!!!!! non essere ansiosa!! che, non lo sai? sinceramente, ho detto cose che non sapevi già? ho detto cose che sanno tutti prima di sposarsi, è che quando lo sei provi una sensazione diversa, tutto qui!

LaCandy ha detto...

RAGAZZE NON SPAVENTATEVI, NON C'E' NIENTE DI NEGATIVO IN QUELLO CHE HO SCRITTO, HO ANCHE SPECIFICATO CHE NON E' UNA COSA NEGATIVA, RIBADISCO CHE E' SOLO STRANA!!! e detto questo, sentite ammè..... SPOSATEVI, XCHE' E' FANTASTICO!!!

LaCandy ha detto...

@vete: l'hai detto, è solo 'strano', stai pur tranquilla!

PoGGy ha detto...

no!!! non hai detto cose fuori dal mondo!!! e credo sia normalissimo e lecito pensare che sia STRANO!!!
figurati che sabato a me pareva strano mettere un po' delle mie cose nell'armadio della nostra futura casetta!!!:D

Gio ha detto...

è bello essere realiste anche da sposine... realiste ma innamorate!
Perchè alla fine dei conti, dopo che gli ripieghi i calzini per 45 anni di matrimonio e dopo tutto quello che vuoi conta solo l'amore!
buona nuova vita
g
http://donnaconipantaloni.blogspot.com/

Atrox78 ha detto...

Ciao a tutti lascio il mio pensiero

Premetto non sono sposato ma convivo… e convivo in una piccola casa di 45 mqt mansardati… quindi bhe diciamo che non c’è possibilità di ignorarsi neanche per qualche minuto….
Credo che il “segreto” per non arrivare agli accoltellamenti vari non è tanto lasciare degli spazi all’altro/a ma condividere qualsiasi cosa in ogni istante…dal pulire agli hobby e agli oggetti… e io e la mia compagna non siamo neanche simili al massimo contigui…. In più siamo due creativi con 1000 progetti in testa al giorno e in casa nostra vengono fatti incontri con cadenza settimanale con altri 10 scalmanati… e tutto questo delirio non aiuta a tener pulito e in ordine ma se si fanno le cose in due tutto diventa divertente e poco faticoso….oltre che si fa prima e rimane il tempo per fare ….. ci siamo capiti :P
E si non è che non litighiamo mai ma se non si litiga non si può neanche fare pace…. Come sopra :P
Ok della mia vita non frega a nessuno ma mi serviva un introduzione…
Cosa penso del matrimonio:
Credo che non è un pezzo di carta o un rito magico che unisca due persone o che le unisca di più di una convivenza… non cambia le persone il loro amore… l’unica cosa che fa è l’ufficializzazione dell’unione all’intera comunità… niente di più
E’ anche vero che il giorno che abbiamo deciso di andare a vivere insieme noi ci siamo scambiati delle promesse molto simili a quelle del matrimonio e le abbiamo scritte nel nostro diario forse ci serviva qualcosa in più di due parole…
Forse ci sposeremo solo per fare una festa con gli amici…anche con quelli che vivono lontani….

Pauline ha detto...

a parte che io quando ho firmato un mutuo di 30anni mi sono sentita più sposata che mai...ma - forse anche per la sindrome da "volpe e l'uva" - io non credo che cambierebbe molto se ci potessimo sposare domani o se fra tot anni ci sposeremo...convivere, progettare casa e figli, non è già un impegnarsi "finchè morte non ci separi"? detto questo, a me viene l'orticaria all'idea di organizzare un matrimonio...

Marta ha detto...

Io concordo con Pauline ma, non essendo sposata, posso solo parlare da convivente. Credo però che la via d'uscita ci sia sempre grazie al divorzio...cioe' e' vero che uno deve pensare che starà sempre assieme con una persona ma grazie a dio abbiamo votato il divorzio e in italia e' possibile scindere qualsiasi tipo di contratto, anche quello matrimoniale. Stiamo per comprare casa cn mutuo trentennale e sinceramente questa cosa la vedo come sposarsi, stiamo pensando ad un figlio: cosa esiste di più irreversibile di un figlio? quello e' veramente per sempre..... sarà che io avendo i genitori sposati e divorziati credo davvero che il matrimonio sia per sempre, finche' va, ma questa e' la mia opinione in merito. Poi ovvio che uno si sposa pure più avanti per garantirsi diritti di successione ecc ma l'idea di organizzare tutto nei dettagli...che ansia:-) !!!! comunque ripeto parlo da convivente..ma credo che Pauline abbia espresso quello che penso anche io

Fabi ha detto...

Io da quando mi sono sposata, 7 anni fa, mi sento finalmente a casa...e mi piace un sacco!!! Mi risposerei con il mio lui per altre cento volte...

Neo ha detto...

Sposarsi è una scelta importante! La vita ti cambia, e se arrivano dei figli non sai quanto ti cambia! Però non cambia in peggio, cambia in meglio! Prima di sposarsi uno/a deve capire se l'altro/a è quello giusto, e poi tutto verrà da se. le paure ci sono ma il segreto è innamorarsi ogni giorno della stessa persona, o meglio far di tutto per tener viva la famosa fiamma dell'amore. Sposarsi non è una meta, ma una partenza.

Miwa ha detto...

io non sono una sposa ma francamente penso proprio tu abbia ragione

Sexybility ha detto...

wow che quadro assolutamente vero che fai! ci si può ritagliare uno spazio proprio anche da sposate? io temo tutto del matrimonio, lo temo e lo desidero allo stesso tempo. vorrei che fosse l'ultimo passo di una coppia e non il primo.

cooksappe ha detto...

paura O_o

cri ha detto...

Non so che dire, io convivo! Ma quando lo sapro', sarai la prima a cui scrivero' in merito!

Kiss Me cafè ha detto...

io non sono ancora sposata ma..... voglio continuare ancora a vivere nei sogni.... :)

SabSilviaGriff ha detto...

bhe' e' bello leggere che c'e' chi ci crede ancora...nel matrimonio intendo...
In bocca al lupo !!!

Rosa-kreattiva ha detto...

bhe!!! dopo 10 anni ti suonerà meno strano :-)
a differenza di quanto si pensi sposarsi e l'inizio di una nuova avventura ... altro che convivenza!!! almeno lì hai l'illusione di poter scappare ;-)

RedNotes ha detto...

Ampiamente daccordo... Ovviamente dal punto di vista dello sposino e non mi trucco... ;)

Giulia ha detto...

Simpaticissima!!!!!
Mi è piaciuto leggerti.
Potrei dire qualcosa sul matrimonio ma, non ti voglio sciupare le sorprese!!!!!!
Ciao
Giulia

Mathilda Stillday ha detto...

Toc toc! Posso? Passo per caso da questo blog e mi spancio dalle risate. Isteriche, ovviamente!
Sono una futura sposa (se non scappo prima il prossimo luglio si convola) ma convivo già da 6 anni e, udite udite, abbiamo già un pupino di un anno. Non so se cambierà qualcosa con la firma del pezzo di carta, e credo abbiate ragione sulla questione della porticina aperta quindi vi farò sapere il prossimo anno ma dal matrimonio si può uscire, in qualche modo anche senza coltelli!, ma dall'essere genitori no e per quanto si possa provare ad immaginare la situazione, non sarà *mai* come ve lo siete immaginati.
Congratulazioni ai neo sposi e complimenti per il bel post!


Ah, grazie dell'avvertimento.

rita ha detto...

sono stata sposata e poi mai separata legalmente,sono una via di mezzo,come a voler dimostrare mai più crederci e mai tornare indietro ma ultimamente ho letto un libro della mazzantini che si chiama NESSUNO SI SALVA DA SOLO,ed io ho provato quello che si racconta in quel libro.Alla fine un matrimonio è una convivenza ,rinunci a vedere tutte le mattine tua madre imbronciata perchè le hai lasciato le macchie del dentifricio nel lavello e scegli di scrostrare il dentifricio di tuo marito.

UIFPW08 ha detto...

Bella domanda...

Margherita ha detto...

Oddio. Si sta parlando di matrimonio col mio uomo, in questi ultimi tempi. Gli amici iniziano a sposarsi, abbiamo già un figlio, e blablabla. E leggendo il tuo post ho capito esattamente quale fosse quella sensazione che mi faceva scendere un brivido di terrore nella schiena solo al pensiero... Brrr, no no, proprio no!

Carolina Venturini ha detto...

Non sono sposata, ma credo proprio che quando ci si sposa cambia tutto. Non sei più una potenziale single, non sei più solo una figlia o solo una ragazza. Sei una moglie, hai responsabilità, entri in un "cerchio magico" della vita.... darai al mondo dei figli e dovrai coniugare tutto con il lavoro, la casa e le menate familiari..per non parlare dei problemi - inevitabili - di coppia che ci saranno nel corso del tempo.... A volte penso che da una parte si perda la libertà, dall'altra, in modo astratto, la si conquisti.

Esse r. ha detto...

bè, bisogna vedere il lato positivo delle cose, giusto? ^_^

UIFPW08 ha detto...

il tempo dara la risposta

Posta un commento